DICEMBRE: la crescia fogliata

crescia-fogliatamandorle

Detto: “Se a San Michele je se molla l’ale pioe fino a Natale”

Vino in abbinamento: vino cotto

Chef: Marcello Stefano

Sommelier: Cesare Lapadula

Le origini della “crescia fogliata” possono essere fatte risalire all’alto medioevo. Secondo alcuni autori, infatti, era già conosciuta e molto apprezzata dalla famiglia dei DA VARANO ( la più celebre del patriziato locale dell’epoca).
Il dolce, però, veniva preparato e consumato essenzialmente dai ceti più bassi della popolazione in quanto costituito da ingredienti semplici, facilmente reperibili. (La crescia viene attualmente prodotta nelle zone di Fiuminata -Macerata).

Ingredienti

Per la sfoglia:

-500 g. di farina di grano duro;
-n.3 uova;
-50 g. di strutto fuso;
-un cucchiaio di cacao;
-mezzo bicchiere di vino bianco,
-per il ripieno:
-150 g. di mele rosa;
-100 g. di mandorle;
-100 g. di noci;
-200 g. di uva secca;
-100 g. di fichi secchi;
-100 g. di zucchero;
-un bicchierino di rum varnelli;
-cannella in polvere e un limone grattugiato;

Procedimento

Preparare l’impasto della sfoglia con gli ingredienti sopra elencati ,
stenderla con l’aiuto di un matterello formando due dischi molto sottili. Ungere il primo disco con un filo d’olio , spolverizzarlo con pan grattato e coprirlo con il secondo disco; ripassare la sfoglia con il matterello e adagiare il ripieno precedentemente tritato e amalgamato. Con l’aiuto di un telo arrotolare la sfoglia e adagiarla chiusa su una teglia oleata. Pennellare con un rosso d’uovo e infornare in forno già caldo a 180° per 20 minuti circa.

 
Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
  • MisterWong
  • Y!GG
  • Webnews
  • Digg
  • del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • Facebook
  • Live-MSN
  • Print
  • TwitThis
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks
  • Furl
  • MySpace
  • DotNetKicks
  • Design Float
  • LinkedIn
  • BarraPunto
  • Linkter

Cerca nel sito




I mesi e i loro sapori